• Battista Gigliotti

Lamezia,regolamentazione della raccolta differenziata porta a porta nei condomini del centro storico



Lamezia Terme - Regolamentazione della raccolta differenziata porta a porta nei condomini del centro storico della città. Secondo quanto stabilito, infatti, la percentuale di raccolta differenziata da raggiungere indicata dalla Regione Calabria è quella del 65% di rifiuto differenziato raccolto da raggiungere al massimo per l'anno 2020. Nell’ordinanza comunale si legge infatti che “gli obiettivi del Piano di implementazione adottato ed approvato dal Comune di Lamezia Terme con Delibera di Consiglio n. 72 del 24.03.2017, in ottemperanza alle direttive CEE e al recepimento delle stesse dalla normativa nazionale e regionale sui rifiuti, sono quelli di tendere alla riduzione dei rifiuti all'origine, cioè la necessità di adottare criteri tendenti a ridurre al massimo il rifiuto da smaltire e dall'altra di ottenere il massimo recupero, riutilizzo e riciclaggio dei rifiuti raccolti. Il metodo ritenuto più efficace per ottenere il massimo recupero del rifiuto e proposto nel Piano, è quello della raccolta domiciliare che evita la miscelazione dei rifiuti e consente la separazione e selezione alla fonte, già dalle prime fasi del processo di raccolta, così che le varie frazioni individuate possano essere raccolte e riprocessate in maniera molto più efficace ed efficiente.

Il Comune di Lamezia Terme, pertanto si prefigge nell'arco di durata del Piano Comunale di: “ottenere l'obiettivo del 65% di differenziata per il 2020, con l'attivazione su tutto il territorio cittadino del metodo del ‘porta a porta’ implementando la raccolta su ulteriori 10 zone della città già dal 2017; supportare la differenziata anche con un punto di conferimento centralizzato, costituito dal Centro di Raccolta già realizzato, per il quale si prevede l'attivazione di un'ulteriore area destinata al riuso (per ingombranti, RAEE ecc.) tale da perseguire anche l'obiettivo di ridurre i quantitativi di rifiuto con il riuso di prodotti; promuovere iniziative di comunicazione, sensibilizzazione e formazione, da ripetersi annualmente, destinati alle utenze domestiche, a quelle commerciali e alle diverse realtà territoriali quali scuole ed uffici, per mantenere gli standard corretti sulla raccolta differenziata; ridurre la produzione dei rifiuti attraverso l'uso di compostiere domestiche e/o di prossimità nelle aree pedemontane con case sparse; prevedere un sistema di tracciabilità del rifiuto raccolto al fine di predisporre sistemi di premialità ai cittadini più virtuosi.

Inoltre, è spiegato come per le utenze domestiche “il nuovo sistema di raccolta differenziata prevede l'utilizzo di mastelli di circa 30 litri con TAG RFID da consegnare per tutte le frazioni di rifiuto, nello specifico carta e cartone, plastica e alluminio, vetro, organico e indifferenziabile; per i condomini sopra le 10 utenze domestiche, inoltre, si prevede l'utilizzo di carrellati di circa 240 litri con TAG RFID da adibire alla raccolta delle frazioni di rifiuto, nello specifico carta e cartone, plastica e alluminio, vetro, organico e indifferenziabile”. La Lamezia Multiservizi SpA, si rende noto “ha avviato un periodo di concertazione con gli amministratori di condominio, della prima zona centro da avviare, al fine di definire il posizionamento dei carrellati. Anzidetta concertazione non ha portato alla definizione del luogo ove posizionare le attrezzature in questione, con la maggior parte degli amministratori”. Pertanto, dal Comune ordinano “ai condomini sopra le dieci unità domestiche il posizionamento all'interno di area condominiale delle attrezzature”. Inoltre “la quantità per tipologia da posizionare è da concordare con la Società in house Lamezia Multiservizi SpA che fornirà in comodato d'uso gratuito i carrellati sopra definiti”.

Ordina, “alle attività commerciali ricadenti nelle zone del porta a porta il posizionamento dei carrellati specifici, in base alla tipologia di rifiuto prodotto da ciascun esercizio commerciale, da posizionare all'interno degli spazi in uso dell'attività. I carrellati dovranno essere esposti secondo il calendario prestabilito e comunicato dalla Società Lamezia Multiservizi SpA”. Dispone, inoltre “alla Lamezia Multiservizi SpA di avviare la raccolta differenziata porta a porta nella zona centro entro e non oltre il 03/02/2020 e alla Polizia Municipale di vigilare sulla corretta applicazione della presente Ordinanza Sindacale e di intensificare il controllo sul territorio nelle zone dove è attiva la raccolta differenziata porta a porta”.


Il Lametino

10 visualizzazioni